Calendar girl

Conosco una ragazza
innamorata della vita
a cui la vita ha sbattuto la porta in faccia.

Sempre lo stesso giorno,
chissà perché.

Adesso ha gli occhi cerchiati,
i denti spezzati,
le dita contratte, disfatte le membra.

Non parliamo del cuore,
tanto quello non si vede.

Teresa Azzurri

Invisibile candore

Tenaglia dei miei giorni,
che soffochi l’azzurro dell’anima,
e cambi verso
e tono
al respiro delle parole,
sappi che non vincerai.

Non sono un nemico facile.

Mare di sozzura ipocrita,
che niente può detergere
se non uno sguardo limpido,
puoi solo circondarmi
e godere del mio annaspare,
ma sappi che non annegherò.

Ho tasche vuote di fragilità
e, finalmente, ali.